editoriale
dicembre 2014

Si chiude un buon 2014, ci aspettiamo un 2015 ancora migliore

Vincenzo Conte

Il 2014 di Metauto Magazine si chiude con una carrellata di nuovi modelli: dalla nuova Golf alla Skoda Octavia alla Mercedes-Benz Classe B (senza dimenticare il nuovo Iveco Daily, di cui abbiamo parlato nello scorso numero). Molte novità, quindi, che testimoniano il momento positivo del settore del metano per autotrazione nel nostro Paese e più in generale in Europa. In effetti ai veicoli a metano viene concesso sempre più spazio nei saloni internazionali ed, in particolare, in quelli del vecchio continente. Non stiamo parlando solo di saloni automobilistici, però: anche le rassegne dedicate ai veicoli commerciali, leggeri o pensati che siano, iniziano a riservare una grande attenzione ai veicoli a metano, (vedi ad esempio l’importante presenza dei veicoli commerciali Fiat in occasione dell’IAA di Hannover). Ciò testimonia come la sempre maggiore diffusione dei veicoli a metano sia vista dagli addetti ai lavori come una soluzione di immediata efficacia per rendere i trasporti su strada più ecocompatibili e più economici. Lo chiedono i consumatori, lo chiedono gli automobilisti e lo chiedono anche gli autotrasportatori, che in Italia sono sempre più stretti tra le spire di una crisi che sembra non aver fine e la concorrenza, a volte scorretta, degli operatori esteri. Come fare, allora, a restare competitivi sul mercato in una situazione che definire di emergenza è oramai quasi riduttivo? Si può, grazie alle nuove tecnologie, ed in particolare all’uso di autocarri alimentati a metano e gasolio. Questi veicoli, indipendentemente dal fatto che usino il metano allo stato liquido o gassoso (certo, se lo usano allo stato liquido la loro percorrenza aumenta notevolmente, ma anche con serbatoi di metano gassoso i vantaggi economici rispetto al solo gasolio sono notevoli) rappresentano un’ancora di salvezza per un intero settore economico, e sono gli stessi utilizzatori a spingere perché anche in Italia si possa quanto prima pensare di utilizzare alimentazioni a metano senza limitazioni e potendo disporre di un’adeguata rete di distribuzione. Dobbiamo forse attendere ancora i tempi usuali della politica nostrana? Una buona notizia c’è: qualcosa sembra muoversi e sono gli stessi addetti ai lavori a rendersi protagonisti di attività volte a accelerare la diffusione delle soluzioni a metano. Come risponderà la politica lo sapremo nei prossimi mesi e vi terremo costantemente informati.
In questo numero di Metauto Magazine si parla anche di una delle aziende italiane più conosciute a livello mondiale nel comparto del metano per autotrazione: la Landi Renzo, che ha recentemente inaugurato un nuovo centro di ricerca e sviluppo nella sua sede in Emilia Romagna. E ancora: vi raccontiamo cosa è emerso dall’evento NGV 2014, che si è recentemente svolto a Bruxelles; vi parliamo della diffusione dei veicoli a metano in India, delle procedure necessarie per l’omologazione internazionale dei veicoli a metano liquido e delle comparsate, più o meno importanti, che i veicoli a metano hanno fatto nella storia del cinema. Infine, le nostre consuete rubriche: gli incentivi, le buone notizie, il metano nel mondo ed il listino aggiornato. Non ci resta che augurarvi buona lettura, serene festività natalizie ed un buon 2015, sempre nel segno del metano!

vincenzo-conte

Vincenzo  Conte