metano nel mondo
febbraio 2015

Opel Zafira Tourer la più ecologica

Germania

L’istituto tedesco di ricerca ambientale Ökotrend e la rivista specializzata AutoTest stilano, ogni anno, una classifica dei veicoli più ecologici disponibili in Europa. Per il terzo anno consecutivo, la Opel Zafira Tourer 1.6 CNG ecoFLEX è stata eletta “Auto Test Winner in Green”, veicolo più rispettoso dell’ambiente per quanto riguarda la categoria Van. Con un consumo di 4,7 chilogrammi di metano per 100 chilometri nel ciclo combinato, la Zafira emette solo 129 g/km di CO2. In Germania, il governo ha stanziato agevolazioni fino al 2018 per coloro che utilizzano veicoli a metano.

Norvegia

Vindskip---norvegiaUn progetto norvegese rivoluzionerà il trasporto marittimo permettendo di ridurre le spese, i consumi di carburante e le emissioni nocive. L’ideatore è Terje Lade, managing director della compagnia Lade AS, che ha progettato Vindskip, la nave commerciale dotata di uno scafo molto particolare, slanciato verso l’alto, con forma simile ad un profilo alare che, come una vela, permette di sfruttare la forza del vento per navigare. Un programma computerizzato realizzato dall’ente di ricerca tedesco Fraunhofer, calcola il percorso ottimale per sfruttare al meglio l’energia eolica disponibile. A bordo si trova anche un generatore elettrico alimentato a gas naturale liquefatto, per soddisfare il fabbisogno energetico di Vindskip quando è ferma o quando c’è poco vento.
Grazie a questa combinazione di LNG ed energia eolica, i consumi di carburante stimati sono minori del 60% rispetto ad una nave normale e le emissioni di CO2 sono ridotte dell’80%. I test nella galleria del vento sono stati portati a termine con successo, ma Vindskip dovrà superare molti altri test prima di essere pronta per navigare nel 2019.

Francia

Le municipalità della città di Parigi e della regione Ile-de-France hanno siglato un accordo di collaborazione con le società GrDF, SIGEIF e La Poste. Lo scopo è unire le forze per aumentare la diffusione del metano per autotrazione così da migliorare la qualità della vita della popolazione. Parigi testerà, nella propria flotta, veicoli a metano; SIGEIF costruirà stazioni di rifornimento; le società La Poste e GrDF metteranno in campo le rispettive conoscenze in materia di logistica urbana, mobilità sostenibile e metano per autotrazione; la regione Ile-de-France provvederà al supporto finanziario per la costruzione di nuovi distributori e per la riqualificazione di quelli già esistenti. “Vogliamo ottenere un trasporto sostenibile al 100% e questa collaborazione dimostra il nostro comune intento per raggiungere l’obiettivo. Lo sviluppo dell’industria del metano è la migliore risposta alle sfide della mobilità del futuro”, così ha dichiarato Jean-Jacques Guillet, Chairman di SIGEIF.

Israele  

Secondo un recente report pubblicato da OECD (Organisation for Economic Cooperation and Development), in Israele l’inquinamento dell’aria causa la morte prematura di ben 2.500 persone all’anno e un terzo delle emissioni nocive legate al trasporto deriva da autobus e camion, anche se questi tipi di veicoli rappresentano solo il 5% del totale in circolazione. La città più inquinata è Haifa, seguita da Tel Aviv; in quarta posizione si trova la capitale Gerusalemme.
Il ministero israeliano per la protezione dell’ambiente (MoEP) ha quindi emanato nuove regole alle quali devono attenersi i proprietari di flotte di veicoli pesanti, al fine di ridurre le emissioni inquinanti; in particolare, i veicoli pesanti in circolazione da molti anni devono essere ritirati e sostituiti da veicoli elettrici o alimentati a metano. Inizialmente le nuove regole verranno applicate alle 28 aziende che dispongono di flotte con più di 100 veicoli dal peso superiore a 10 tonnellate. Attualmente in Israele le stazioni di rifornimento di metano sono poche, perciò, per favorire l’applicazione delle nuove regole, il governo prevede per il 2016 un sostanziale miglioramento della rete distributiva. Coloro che non si adegueranno, potranno essere multati fino a 216.000 dollari.

Grecia 

reda_ginena_greciaLa compagnia italiana CTIP Oil & Gas Srl ha presentato un progetto per ampliare la rete di distribuzione del metano per autotrazione nell’Attica, regione attorno alla capitale Atene. La proposta si concentra, inizialmente, sul rifornimento ad autobus e camion, richiederà più di cinque anni di lavori e 200 milioni di euro. DEPA S.A., l’ente greco per il gas naturale, e TÜV Saarland sono riuscite ad ottenere una nuova legislazione in riferimento alla concessione delle licenze, all’installazione e manutenzione dei distributori di metano, varata dal parlamento greco nel 2013 e attuata nel corso del 2014, ma, come sottolinea Reda Ginena, presidente di CTIP, sono necessarie ulteriori leggi per incentivare maggiormente la diffusione dell’uso del metano per autotrazione.

Spagna

La società Carrocera Castrosua S.A. ha realizzato il nuovo modello Magnus E, autobus a piano alto, alimentato da motore a metano Euro VI, adattando il telaio MAN A 69. Si tratta del primo autobus di questo tipo in Europa. Il Magnus E ha superato i controlli di qualità con risultati eccellenti e soddisfa tutti i requisiti richiesti dal “Consorcio Regional de Transportes de Madrid”. Tre veicoli di questa tipologia sono stati consegnati all’Impresa Ruiz: sono lunghi 12,8 metri, hanno doppi vetri oscurati e sono dotati del sistema “Fogmaker” antincendio. Questi autobus riducono del 75% le emissioni di ossido di azoto e del 50% il rumore.

Indonesia

La Perusahaan Gas Negara (PGN) è ottimista riguardo allo sviluppo del mercato di veicoli a metano in Indonesia e ha già identificato 73 stazioni di rifornimento di benzina nell’area Greater Jakarta da trasformare in distributori multicarburante, installando anche erogatori di gas naturale compresso.
Il governo deve però varare leggi per incentivare la conversione di veicoli all’alimentazione a metano e per regolare l’esportazione di questo carburante alternativo. Nel 2013 l’Indonesia è stata il decimo Paese produttore di gas naturale con 70,4 miliardi di metri cubi; nello stesso anno ha consumato soltanto 38,4 miliardi di metri cubi.

Usa / 1

container-ship-lng-powered-USA-1aPer soddisfare la crescente domanda di LNG nel sud-est degli Stati Uniti, Pivotal LNG e WesPac costruiranno a Jacksonville, Florida, un nuovo stabilimento adibito alla liquefazione del metano che sarà operativo a metà del 2016.
Il gas naturale liquefatto servirà anche per rifornire le due nuove navi dual-fuel portacontainer della società TOTE che navigheranno tra Jacksonville e Porto Rico. Queste ultime saranno le navi col più basso impatto ambientale al mondo.

Usa / 2

Kansas City dispone di una flotta pubblica di 265 veicoli alimentati a metano ed ha in programma di raggiungere quota 400. Per supplire alla richiesta presente e futura di metano per autotrazione è stata aperta una nuova stazione di rifornimento a marchio Clean Energy. Sono state ben 535 le stazioni di rifornimento di metano Clean Energy attive nel 2014 in 42 stati americani ed è prevista la costruzione e l’apertura di molte altre nel 2015.