tecnologia
dicembre 2016

Dual Fuel, la tecnologia si fa più “leggera”

Gennaro Speranza

Il Dual Fuel (gasolio+metano) si fa sempre più strada come tecnologia in grado di ridurre consumi ed emissioni dei veicoli alimentati a gasolio, in particolare nel settore del trasporto pesante. Significativo in questo campo è l’impegno di Ecomotive Solutions, azienda italiana leader nelle trasformazioni Dual Fuel, che ora si appresta a lanciare una nuova soluzione dedicata al mondo del trasporto leggero: la centralina “d-gid light”In virtù dell’esperienza decennale nel settore della logistica professionale e del trasporto pesante per la quale ha sviluppato la tecnologia d-gid (un sistema innovativo per la conversione di veicoli diesel in versatili ed ecologici mezzi Dual Fuel), Ecomotive Solutions ha scelto di abbracciare anche l’universo dei veicoli leggeri, attraverso la realizzazione di una nuova centralina elettronica, chiamata “d-gid light”, appositamente dedicata alle trasformazioni a metano di motori diesel per veicoli commerciali leggeri (furgoni, minivan, suv etc.) ed autovetture.

La nuova soluzione di Ecomotive Solutions
“Inizialmente – racconta Roberto Roasio (nella foto in alto), Business Development manager di Ecomotive Solutions – siamo partiti pensando ad un’applicazione sui veicoli industriali pesanti. dual-fuel-la-tecnologia-si-fa-piu-leggera-2Poi, una volta verificato che la nostra tecnologia poteva essere estesa anche su veicoli di cilindrata più bassa e considerate anche le numerose richieste del mercato (c’era infatti un pubblico abbastanza nutrito di potenziali clienti interessati alle trasformazioni Dual Fuel per auto), abbiamo deciso, circa un anno e mezzo fa, di orientarci anche verso il settore del trasporto leggero. Così è nata d-gid light.

Tecnologia al servizio dell’ecologia 

Forte del know-how motoristico del gruppo Holdim, che dal 1991 diffonde soluzioni per la gestione elettronica del motore, Ecomotive Solutions realizza soluzioni tecniche per la sostenibilità dei trasporti, mantenendo la qualità di una tecnologia all’avanguardia interamente “made in Italy”. L’azienda è stata anche la prima in Italia ad ottenere dal Ministero dei Trasporti l’omologazione fino alla categoria Euro 6 per le trasformazioni Dual Fuel sia di veicoli industriali pesanti (con cilindrata compresa tra 9.000 e 16.000), sia di autovetture e veicoli commerciali leggeri (da 1.496 cc fino a 3.741 cc, di peso inferiore alle 3,5 tonnellate).

Le funzionalità e la filosofia di questa nuova centralina, attingono al comparto dei mezzi pesanti. È stata ottimizzata per rispondere in modo più efficace in termini economici e tecnologici alle esigenze del mercato dei veicoli leggeri.

Cuore tecnologico
Il funzionamento della tecnologia d-gid è abbastanza semplice. Si tratta, in pratica, di un sistema elettronico, montato indifferentemente all’interno dell’abitacolo o nel vano motore, che controlla ed ottimizza l’iniezione primaria di gasolio riducendola ad una quantità tale da garantire l’innesco della combustione della miscela aria/gas metano introdotta tramite il collettore di aspirazione da un set di iniettori metano. La quantità di gas metano iniettata e la percentuale di gasolio risparmiata sono accuratamente controllate dall’elettronica del sistema d-gid, che le mantiene bilanciate a livello di energia rispetto alla condizione originale diesel: questo garantisce in ogni momento il funzionamento ottimale del motore in totale sicurezza.

 

I vantaggi
Utilizzare una miscela di aria e gas naturale, povera di gasolio, significa godere di molti vantaggi. Innanzitutto il motore non subisce trasformazioni invasive o irreversibili e continua a funzionare come un normale ciclo diesel, garantendo piena operatività e potenza. Il propulsore, inoltre, può lavorare indifferentemente con il mix di gasolio e gas (sia esso metano/biometano, stoccato sia in forma compressa (CNG) che liquida (LNG), oppure Gpl, ecc.) o con il 100% di gasolio tramite la semplice commutazione di un pulsante. Ma soprattutto, il tenore ridotto di gasolio e l’utilizzo di metano migliorano decisamente le emissioni del motore riducendo tutti i principali inquinanti come particolato (PM), NOx e abbattendo le emissioni di CO2 (fino al 10% utilizzando metano e fino al 50% con biometano). dual-fuel-la-tecnologia-si-fa-piu-leggera-4Non da ultimo, questa tecnologia consente un notevole risparmio sui costi di gestione carburante, vista la notevole differenza di prezzo tra gasolio e metano.

 

Nuove frontiere
“Il primo prototipo della d-gid light per il trasporto leggero – precisa Roasio – è stato realizzato circa sei mesa fa ed è stato già positivamente testato. Oggi siamo ormai prossimi alla commercializzazione. In più, stiamo per uscire con una novità assoluta, ovvero la produzione di motori alimentati al 100% con gas metano (in tutte le sue declinazioni, ovvero metano liquido e compresso, biometano, etc.)”. L’obiettivo di Ecomotive Solutions è dunque quello di essere più soltanto degli specialisti di prodotti per la conversione, ma diventare anche dei veri e propri produttori di motori. “Con questa operazione – conclude Roasio – vogliamo dimostrare la flessibilità e la completezza della nostra tecnologia, tutta made in Italy, e il valore del nostro know-how”.

Ecomotive Solutions-Autogas Italia:
partnership per la sostenibilità 

dual-fuel-la-tecnologia-si-fa-piu-leggera-3Ecomotive Solutions ha recentemente rafforzato l’impegno a favore delle tecnologie sostenibili nel settore dei trasporti siglando un importante partnership con Autogas Italia, azienda modenese specializzata nella produzione e commercializzazione di sistemi di conversione a metano e Gpl per veicoli alimentati a benzina. “In questi anni – afferma Roberto Roasio – Ecomotive Solutions si è fatta conoscere non solo in Italia ma anche nel mondo per le sue proposte costantemente orientate verso il futuro “green” dell’automotive. L’apporto degli amici di Autogas Italia, con i quali già collaboriamo da diversi anni, sarà linfa vitale per concretizzare le nostre idee, nello spirito di un approccio sempre innovativo al mercato”.