tecnologia
dicembre 2015

Distributori criogenici anche per il metano

Luigi Gemma

La tecnologia criogenica può essere utilizzata anche per i distributori di metano, con importanti vantaggi. Si possono infatti abbattere i costi di acquisto del carburante e velocizzare i tempi di rifornimento, con effetti positivi sui conti aziendali e sull’ottimizzazione di impiego della flottaSi trova a Modena la prima stazione di rifornimento a tecnologia criogenica realizzata in Europa espressamente per autobus alimentati a gas metano. E’ Seta la prima – e per ora, unica – azienda di trasporto pubblico del continente ad aver realizzato, presso la propria sede, un impianto aziendale ad alta efficienza che immagazzina il gas metano e rifornisce in tempi rapidi gli oltre 60 autobus della flotta modenese alimentati con questo carburante. Si tratta di un’esperienza unica a livello continentale, frutto di tecnologia e know-how italiano che contribuirà a ridurre i costi d’acquisto del carburante, velocizzare i tempi di rifornimento dei mezzi e rendere sempre più conveniente e diffuso l’impiego degli autobus a basso impatto ambientale.

 

 Un investimento importante  

“La tecnologia criogenica consente di stoccare una notevole quantità di carburante e di erogarlo ad alta pressione direttamente ai mezzi: in questo modo si possono abbattere i costi di acquisto del gas metano e si riducono enormemente i tempi di rifornimento dei bus (da quasi un’ora ciascuno ad appena 4-5 minuti), con effetti positivi sui conti aziendali e sull’ottimizzazione di impiego della flotta” ha dichiarato Vanni Bulgarelli, Presidente di Seta, nel corso della presentazione ufficiale della nuova infrastruttura. L’investimento complessivo, sostenuto da Seta interamente in autofinanziamento, ammonta ad oltre 1,3 milioni di euro. Attualmente la flotta Seta alimentata a metano conta 63 autobus nel bacino provinciale di Modena e 19 in quello di Piacenza (su un totale di 867 mezzi). Distributori criogenici anche per il metano 2Nel corso del triennio 2016-2018 è previsto l’acquisto di diversi altri mezzi a basso impatto ambientale.

 

Come funziona

La stazione interna di rifornimento di gas metano realizzata da Seta ha il suo cuore nello  speciale mega-serbatoio criogenico, alto circa 16 metri e dalla capacità di oltre 100 mila litri. Il serbatoio criogenico ha una struttura a doppio strato (interno: acciaio inox; esterno: acciaio sabbiato), è testato per lavorare ad una pressione d’esercizio di 18 atmosfere e con una temperatura esterna che può andare da -196 a +50 gradi centigradi. Dal serbatoio, il metano in forma liquida passa in un impianto di compressione e rigassificazione che alimenta 4 colonnine erogatrici ad alta pressione (oltre 250 atmosfere), in grado di erogare oltre 4mila metri cubi di metano all’ora.

 

I vantaggi

In Italia la tecnologia criogenica per la distribuzione del gas metano per autotrazione è diffusa da tempo nel settore dell’autotrasporto privato, mentre rappresenta una novità assoluta per il settore del trasporto pubblico. Distributori criogenici anche per il metano 3La scelta di realizzare, direttamente nel deposito di Seta, un moderno impianto di rifornimento di metano è stata presa sia in funzione della crescente disponibilità di mezzi alimentati a gas naturale, sia dall’impossibilità di realizzare un impianto di tipo tradizionale, stante la mancanza di un’adeguata condotta di metano ad alta pressione nelle vicinanze. Grazie al nuovo distributore interno, gli autobus Seta non dovranno più essere riforniti presso un distributore esterno (peraltro non attrezzato con pompe ad alta pressione), una pratica che comportava notevoli sprechi di risorse economiche e l’impossibilità di utilizzare i mezzi per tutto il tempo necessario al trasferimento ed al rifornimento.