prova: Mercedes-Benz Classe B NGD
dicembre 2014

Classe B NGD Sportiva e raffinata

Piero Evangelisti

Le corsie riservate al car pooling, cioè alle vetture che viaggiano con più di una persona  a bordo, sono presenti su tutte le autostrade americane, e sono vitali per chi deve spostarsi quotidianamente per centinaia di chilometri come, per esempio, gran parte dei californiani che vivono nell’area di Los Angeles. Su di esse sono ammesse a circolare anche le auto con il solo guidatore purchè appartengano alle categorie meno inquinanti, una lista che viene periodicamente aggiornata e che adesso comprende le elettriche, le ibride-elettriche ricaricabili plug-in e quelle alimentate a metano.Anche per la nuova versione della sua Classe B, Mercedes-Benz ha previsto una motorizzazione a metano. La versione a gas si chiama NGD, e cioè Natural Gas Drive, ed è ricca di dispositivi tecnologici per l’assistenza alla guida. Con il metano i costi di gestione si riducono notevolmenteNon importa se queste ultime siano soltanto, per ora, alcune migliaia, ciò che conta è che uno stato considerato un campione di severa ecologia come la California includa fra le auto più virtuose  quelle alimentate a gas naturale. La normativa sembra fatta su misura per la nuova Mercedes-Benz Classe B, presentata in ottobre al salone di Parigi e da poco sul mercato, che nella sua gamma annovera sia la Electric Drive sia la Natural Gas Drive.

Un modello di efficienza
Le due versioni della nuova Classe B, destinate ad avere una diffusione ovviamente molto diversa dal momento che le infrastrutture, per un elettrica pura, sono tuttora insufficienti in Europa, hanno in comune la carrozzeria modulare Energy Space caratterizzata da un pianale disegnato per accogliere le batterie, nel caso della ED, oppure, sulla NGD, i serbatoi del metano.

L’autonomia a metano è di circa 500 km
L’autonomia a metano è di circa 500 km

Esteticamente, entrambi i modelli combinano una sportività raffinata con un’estetica dalle linee fortemente arcuate e si distinguono dal design dei modelli diesel e a benzina per diversi dettagli, soprattutto nel frontale e nella coda che, dato il baricentro leggermente più alto, assumono forme più importanti per un look più deciso. La nuova Mercedes-Benz conserva comunque intatta la sua linea elegante, aerodinamica, ben piantata a terra nonostante lo sviluppo verticale dell’abitacolo. La forma, del resto, è in sintonia con le prestazioni fornite dal propulsore scelto per muovere la Classe B 200 NGD, un brillante due litri Euro 6, quattro cilindri, che eroga 156 cv di potenza massima e vanta una coppia massima di 270 Nm da 1.250 a 4.000 giri/min, lo stesso motore adottato dalla B 200 BlueEFFICIENCY a benzina rispetto al quale il bifuel riduce del 16% le emissioni di CO2. Con un consumo medio di 4,2 kg/100 km di metano, la NGD emette soltanto 115 g/km di anidride carbonica e consente di ridurre di circa il 50% i costi del carburante. Non ne risentono le prestazioni, perché la B200 bifuel raggiunge una velocità massima di 200 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 9,1 sec ( con il cambio automatico 7G-DCT a sette rapporti; 9,2 sec con quello manuale a sei marce). La B 200 Natural Gas Drive funziona in base al principio Monovalent+: ciò significa che il suo motore viene alimentato principalmente a gas. Per le emergenze, a bordo è previsto un serbatoio di benzina più piccolo da 12 litri. In caso di esaurimento del metano, la vettura commuta automaticamente e in modo impercettibile alla trazione a benzina. Poiché il guidatore non può decidere autonomamente di passare alla modalità a benzina, la B 200 Natural Gas Drive è certificata come vettura a metano e offre quindi le relative agevolazioni fiscali. L’autonomia nella modalità a metano è di circa 500 chilometri.

Il motore della B 200 NGD offre prestazioni di rilievo indipendentemente dal carburante utilizzato
Il motore della B 200 NGD offre prestazioni di rilievo indipendentemente dal carburante utilizzato

Lusso hi-tech
L’abitacolo della nuova Classe B è stato reso ancora più personale, esclusivo e moderno e a  bordo di Classe B Natural Gas Drive questa valorizzazione si esprime, ad esempio, nell’ampio display della head unit sospeso sulla plancia, che ora dispone, a richiesta, di una diagonale massima di 20,3 cm, o nella raffinata grafica dei quadranti della strumentazione dal look in stile cronografo, con un quadrante nero, quattro lancette rosse illuminate e una tipografia modificata. Un ulteriore elemento di spicco è rappresentato dal volante multifunzionea tre razze in diverse varianti. A seconda della versione (B200 NGD è proposta negli allestimenti Executive e Sport) e dei diversi pacchetti, sono disponibili materiali e colori esclusivi: dai rivestimenti in tessuto ‘Vianen’, alla pelle ecologica Artico o alla pelle in rosso cranberry. Ulteriori equipaggiamenti a richiesta, come le raffinate luci soffuse «ambient» con 12 diverse tonalità, gli inserti particolari e i dettagli come i tasti galvanizzati dalla superficie cromata color argento per la regolazione elettrica dei sedili rendono ancora più esclusiva la nuova generazione di Classe B.

Sono numerosi i dispositivi tecnologici di assistenza alla guida presenti su quest’auto
Sono numerosi i dispositivi tecnologici di assistenza alla guida presenti su quest’auto

Viaggiare in sicurezza
Come abbiamo visto, il motore della Classe B 200 NGD offre prestazioni di tutto rilievo, indipendentemente dal carburante utilizzato, e la taratura specifica del telaio è adatta a supportare una guida sportiva. La sicurezza – sia quella protettiva sia quella attiva – assume dunque un ruolo ancora più importante. In questo campo Mercedes-Benz non scende a compromessi, da tempo estende a tutti i suoi modelli le dotazioni una volta riservate alle ammiraglie e quindi la nuova Classe B ha ridefinito gli standard di sicurezza previsti per la classe delle compatte, offrendo di serie molti dei dispositivi di assistenza alla guida. Come, per esempio, il Collision Prevention Assist Plus, il sistema che arriva a frenare parzialmente il veicolo in modo autonomo quando venga rilevato il rischio di collisione e il guidatore non dia segni di reazione.   L’Attention Assist, di serie, è stato ulteriormente perfezionato: è operativo in un range di velocità più ampio (60 – 200 km/h) e mostra il livello di attenzione (Attention Level) del guidatore mediante una visualizzazione a barre su cinque stadi. La sensibilità del sistema può essere modificata nella strumentazione, nel menu ‘Assistenza’. Se si sceglie l’impostazione ‘Sensibile’, il sistema invia la segnalazione al guidatore con anticipo ancora maggiore. Questi sono solo esempi, ma i dispositivi di cui può essere dotata la nuova Classe B compongono una lunga lista, fra questi anche i fari bixeno con Intelligent Light System (ILS), il sistema a ripartizione variabile della luce con regolazione dinamica dell’assetto fari con diverse modalità legate al tipo di strada che si sta percorrendo.

Il motore della B 200 NGD offre prestazioni di rilievo indipendentemente dal carburante utilizzato
Il motore della B 200 NGD offre prestazioni di rilievo indipendentemente dal carburante utilizzato

Sempre connessi
“Mercedes me” è il marchio nel quale la Casa della Stella raggruppa tutte le sue offerte di servizi rendendole facilmente accessibili e disponibili in qualsiasi momento attraverso una piattaforma digitale in Internet. Nell’ambito di «Mercedes me» rientra fra l’altro anche il nuovo servizio «Mercedes connect me». Mediante un modulo KOM integrato a bordo vettura è possibile accedere ai servizi di «Mercedes connect me». Tra questi vi sono, ad esempio, la Gestione Incidenti, la Manutenzione e la Gestione Guasti. Allo stesso modo i clienti possono collegarsi sempre alla loro auto ovunque si trovino attraverso connect.mercedes.me e, ad esempio, interrogare il sistema sul livello di carburante oppure avviare, fermare o programmare il riscaldamento supplementare. Funzioni e applicazioni disponibili sono in continuo aumento e consentono di viaggiare sulla Classe B 200 NGD sempre rilassati ma sempre più sicuri, in costante contatto con  la realtà che ci circonda e con quella remota, costantemente aggiornati sulle condizioni del traffico lungo l’itinerario che abbiamo impostato sul navigatore, protetti anche contro le distrazioni e i momenti di stanchezza. Anche la nuova Mercedes-Benz, insomma, pur appartenendo alla fascia delle medie compatte, è dotata delle più raffinate tecnologie che ci stanno portando verso l’auto che fa tutto da sola, l’”Intelligent Drive” che, comunque, lascia intatto il piacere di guida che anche la nuova B 200 a gas naturale è in grado di offrire in ogni momento.