metano nel mondo
febbraio 2016

A Madrid si viaggia a metano

Spagna: Madrid punta sul metano

Per combattere l’inquinamento dell’aria, molto alto nella città di Madrid, il governo promuove attivamente l’uso del metano per autotrazione. Il 2016 è iniziato con l’acquisto di 170 autobus a gas naturale che entreranno in funzione gradualmente durante l’anno. Il primo autobus a metano fu introdotto nella flotta pubblica della capitale nel 1994. Attualmente sono 1.271 i veicoli pesanti a metano: 793 autobus, 459 camion per il ritiro dei rifiuti urbani e 19 vetture per il servizio di rimozione. Madrid ha inoltre in programma di espandere la rete di distribuzione del gas naturale: al momento sono attivi sei distributori e altri sei saranno costruiti grazie ai finanziamenti che rientrano nelle misure prese dal governo per migliorare la qualità dell’aria della città. Le nuove stazioni di rifornimento saranno tutte ad accesso pubblico e saranno posizionate omogeneamente nell’area urbana.

 

Estonia-Finlandia: Megastar, il nuovo traghetto a LNG

Estonia-Finlandia Megastar, il nuovo traghetto a LNGA febbraio nella città di Turku (Finlandia), Tallink, compagnia estone di navigazione, ha iniziato la costruzione del traghetto ‘Megastar’. Tallink ha indetto un contest nel quale le persone potevano proporre un nome per la nuova nave. L’idea ha riscosso molto successo: le proposte sono state ben 21.550! Janek Stalmeister, presidente del consiglio di amministrazione della compagnia, ha dichiarato: “Megastar è stato il nome suggerito da più persone e noi l’abbiamo ritenuto perfetto poiché esprime esattamente le caratteristiche della nave; Megastar sarà infatti uno dei traghetti più grandi del mondo”. La nave sarà lunga 212 metri, potrà trasportare 2.800 passeggeri e sarà operativa sulla rotta Tallinn-Helsinki. Il costo previsto è di 230 milioni di euro e il termine della costruzione è programmato per i primi mesi del 2017. Megastar sarà alimentato a gas naturale liquefatto e rispetterà le nuove e restrittive regole sulle emissioni nocive relative all’area del Mar Baltico. Peserà 49.000 tonnellate e potrà navigare alla velocità di 27 nodi, permettendo di ottenere significativi miglioramenti nell’efficienza energetica. L’innovativa forma dello scafo minimizzerà la resistenza della corrente e assicurerà un’ottima prestazione anche in condizioni di ghiaccio.

 

Repubblica Ceca: grande diffusione del metano

La Repubblica Ceca ha assistito ad una diffusione sempre maggiore dell’uso del metano per autotrazione. Negli ultimi anni il consumo di gas naturale è cresciuto molto velocemente: nel 2014 è aumentato del 36% rispetto al 2013, mentre nel 2015 è aumentato del 45,7% rispetto al 2014, raggiungendo il record di 43,59 milioni di metri cubi consumati. In concomitanza, anche il numero di veicoli a metano ha subito un incremento: nel 2015, sono state 4.000 le unità in più, portando il numero totale a 13.000. Si tratta della maggior crescita percentuale (47%) nella ‘storia del metano’ in Repubblica Ceca. Dei 13.000 veicoli, 880 sono autobus in circolazione in 45 città. Le stazioni di rifornimento pubbliche di gas naturale attualmente attive sono 110, trentacinque in più rispetto al 2014.

 

Polonia: primo distributore di LNG per veicoli pesanti

Polonia - primo distributore di LNG per veicoli pesantiLa prima stazione di rifornimento di gas naturale liquefatto per veicoli pesanti è stata aperta sulla strada regionale che collega le città di Srem e Zaniemysl. Si tratta di un distributore anche di gas naturale compresso e aperto al pubblico, ma utile soprattutto per rifornire la flotta di veicoli per il ritiro dei rifiuti urbani. È stato realizzato dall’utenza pubblica PGK Srem in collaborazione con Cryogas M&T Poland che si è occupata della costruzione del sistema di rifornimento. All’inaugurazione hanno partecipato esponenti politici, rappresentanti delle compagnie di trasporto e giornalisti. Dopo una breve introduzione del progetto da parte dell’amministratore delegato di PGK Srem, Pawel Wojna, i presenti hanno potuto osservare direttamente come il rifornimento di gas naturale liquefatto o compresso sia veloce e semplice. All’interno della propria strategia aziendale riguardante la flotta, PGK Srem si è posta come obiettivo la riduzione delle emissioni dei gas di scarico e dei costi relativi al carburante. La compagnia ha quindi scelto una flotta di 7 veicoli Iveco alimentati a gas naturale liquefatto o compresso e nel 2016 ha in programma di aggiungerne altri.

 

Perù: finanziamenti per le conversioni al metano

Perù finanziamenti per le conversioni al metanoIn Perù, per diffondere l’uso del gas naturale per autotrazione, il ‘Social and Energy Inclusion Fund’ (FISE, nell’acronimo spagnolo) finanzierà la conversione di veicoli all’alimentazione a metano. Victor Murillo, capo del progetto FISE ha specificato: “Il programma di conversione interesserà le vetture dedicate al trasporto passeggeri come ad esempio i taxi. I finanziamenti copriranno i costi del kit di conversione, della certificazione, del servizio di installazione e della garanzia. I beneficiari potranno così disporre di un carburante meno caro e meno inquinante”. Per ottenere tali finanziamenti, il veicolo deve essere alimentato a benzina, essere autorizzato al trasporto passeggeri, avere meno di 10 anni e superare un’ispezione tecnica che verrà svolta nell’officina autorizzata dove poi si effettuerà la conversione. Tutte le officine autorizzate sono state accuratamente selezionate e certificate.

 

Inghilterra-Olanda: Unilever si affida al gas naturale liquefatto

Inghilterra-Olanda Unilever si affida al gas naturale liquefattoUnilever, multinazionale anglo-olandese, entro il 2020 intende ridurre del 40% le emissioni di anidride carbonica generate dalla flotta di veicoli che trasporta i prodotti Unilever in tutto il mondo. “Dal 2008 ad oggi siamo già riusciti a ridurre le emissioni del 20% grazie ad una logistica più efficiente – ha spiegato Paul de Jong, responsabile della logistica europea di Unilever – ma raggiungere il 40% sarà molto complicato. Dovremo abbracciare qualsiasi opportunità che ci permetterà di abbassare ulteriormente le emissioni di anidride carbonica e sarà fondamentale stipulare contratti con ditte di trasporto che utilizzino camion o navi alimentate a gas naturale liquefatto”. Circa 10.000 camion circolano nel mondo (di cui quasi 4.000 sulle strade europee) per consegnare ogni giorno i prodotti Unilever. Paul de Jong ha specificato che è necessaria la presenza di un’estesa rete di rifornimento LNG per supportare tali veicoli che viaggiano su lunghe distanze.

 

Isole Baleari: il traghetto ‘smart’

Isole Baleari il traghetto ‘smart’Baleària, compagnia di navigazione, ha firmato un contratto con Construcciones Navales del Norte per la costruzione di un nuovo traghetto, il primo alimentato a gas naturale liquefatto; sarà operativo nel Mediterraneo, attorno alle isole Baleari. Grazie a tale alimentazione le emissioni di anidride carbonica saranno ridotte del 40%. Inoltre sulla nave saranno presenti anche dei pannelli solari per dare energia. Il traghetto potrà trasportare 1.600 passeggeri e 350 veicoli. Il varo è previsto ad inizio 2019. Una caratteristica fondamentale della nave sarà la componente tecnologica, si tratterà cioè di una nave ‘smart’: i passeggeri, tramite i propri smartphone o tablet, potranno accedere ad un’ampia gamma di informazioni e contenuti multimediali relativi al viaggio che stanno compiendo (dati di navigazione, meteo, intrattenimento a bordo, menù gastronomici, ecc.) e non solo, potranno anche interagire con gli altri passeggeri. All’interno del traghetto vi saranno due ristoranti, quattro bar, due teatri polivalenti, due piscine, un salone di bellezza e tanto altro.